Bologna 2000

Public RSS Widgets

» Bologna 2000

  • Bologna, Consiglio comunale unanime: Archiginnasio d’Oro alla memoria di Wolfango
  • Nel corso della seduta di oggi, il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità il conferimento dell’Archiginnasio d’Oro alla memoria di Wolfango Peretti Poggi (Bologna 1926-2017).  Unanimità anche per l’immediata esecutività della delibera. Con la decisione di conferire l’Archiginnasio d’Oro alla memoria di Wolfango, scomparso il 16 gennaio dell’anno scorso, il Comune di Bologna si fa interprete del sentimento della città verso la lunga, coerente e straordinaria attività del grande e originale artista che “nel corso dei lunghi anni della sua attività, quasi interamente bolognese – si legge nell’atto approvato dal Consiglio comunale – ha onorato la nostra città con un’attività multiforme, sempre di altissimo livello, di pittore, illustratore, di cultore originale di alcune tra le principali tematiche della teoria e della storia dell’arte”.

    “Wolfango Peretti Poggi, – si  legge nella delibera – in arte semplicemente Wolfango, era, insieme a Giorgio Morandi, il più grande pittore bolognese del ‘900.  Era fiero di essere bolognese, figlio della città che per prima, come ricordava spesso con orgoglio di appartenenza, aveva abolito la servitù della gleba. Era un uomo schivo e orgoglioso, immerso nella sua ricerca e poco incline alle lusinghe della mondanità, che disdegnava come disdegnava il mercato: un grande artista e un uomo raro”.


    Monday, January 22, 2018
    www.bologna2000.com

  • Al Teatro Arena del Sole: 1917 di ErosAntEros
  • In occasione del centenario della Rivoluzione d’Ottobre, il Teatro Arena del Sole ospita, il 23 e il 24 gennaio, lo spettacolo che ErosAntEros ha dedicato a questo celebre capitolo della storia europea mettendo il proprio percorso di ricerca sonora-vocale al servizio delle parole e le musiche di coloro che l’hanno vissuta.

    “Sole, luna, stelle, notte, aurora, sono i compagni di questo viaggio; rosso, giallo-sole-laccato, azzurro-seta-cielo, la tavolozza con cui coloriamo il concerto; per rendere attraverso la scena quel frangente in cui lo scorrere del tempo quotidiano è parso fermarsi e lasciare spazio al sogno ideale fattosi realtà, quell’incredibile momento in cui nostra alfine sarà è sembrato divenire nostra alfine è, e si è immaginato una nuova idea di Stato che solo adolescente: crea, inventa, prova!”.

    Ma il grande slancio e l’entusiasmo iniziali sono stati presto traditi. Per questo, all’ottimismo dei versi di Majakovskij, Blok, Chlebnikov, Esenin, Pasternak e Geršenzon, ErosAntEros contrappone le sonorità tragiche dell’Ottavo quartetto di Šostakovič, dedicato dal compositore alle vittime dei fascismi e delle guerre, e forse a se stesso…

    1917 sarà in scena martedì 23 e mercoledì 24 gennaio ore 20.30

    Teatro Arena del Sole, Via Indipendenza 44 – Bologna – Biglietteria telefonica: 051.656.83.99 dal martedì al sabato ore 10-13


    Monday, January 22, 2018
    www.bologna2000.com

  • “Il rumore del vuoto” è il progetto di ricerca degli studenti del “Laura Bassi” di Bologna per il Giorno della memoria
  • Una app per leggere le storie, i registri, le lettere di studenti e insegnanti che 80 anni fa- al tempo delle leggi razziali- furono espulsi dall’allora istituto magistrale Laura Bassi di Bologna. Un modo per sentirli più vicini, visto che sedevano sui loro stessi banchi. Un lavoro durato anni, di ricerca e raccolta, promosso oggi per la Giornata della Memoria dall’Assemblea legislativa.

    “Mi sembra giusto ricordare il passato grazie al lavoro di questi studenti” sono le parole della presidente del Parlamento regionale, Simonetta Saliera, che insieme al rabbino capo della Comunità ebraica di Bologna, Alberto Sermoneta, e ad altri rappresentanti istituzionali e della Curia di Bologna ha inaugurato la mostra “Il rumore del vuoto. Assenze e presenze nell’istituto magistrale Laura Bassi durante le leggi razziali” nei locali di viale Aldo Moro 50 a Bologna. Dieci pannelli con i nomi delle persone espulse, foto e tanti altri importanti documenti che gli spettatori potranno vedere anche grazie al loro cellulare, semplicemente scaricando la app e avvicinando lo smartphone al pannello. “Durante le leggi razziali venne tracciata una linea tra un dentro e un fuori”, spiegano le insegnanti che con il progetto di educazione civica dell’Assemblea, conCittadini, hanno diretto le classi nell’impresa, accompagnandole anche in visita ad alcuni campi di concentramento per fare capire davvero a che cosa si era arrivati dopo “aver accettato” queste discriminazioni. “I ragazzi hanno voluto raccontare i vuoti che hanno lasciato dietro di noi le leggi razziali,” spiega Saliera, “i vuoti di chi, nell’istituto bolognese, è stato espulso e anche di chi, come Lucia, è poi morto nei campi di concentramento. Nel ripercorrere le loro storie, le loro emozioni, gli studenti di oggi le hanno restituite a noi adulti. E io credo che proprio perché fatto da loro, questo sia un lavoro meno retorico e più efficace”. “Un giovane che studia è come una carta bianca nuova con inchiostro fresco”, ha ricordato Sermoneta riallacciandosi alle parole del Talmud – “Ragazzi, informatevi, ragionate con il vostro cervello: solo così è possibile combattere il pregiudizio che genera l’indifferenza” è l’appello che lancia il rabbino della Comunità ebraica a tutte le classi che in mattinata hanno anche seguito una lezione dedicata alla Giornata della Memoria, che verrà celebrata il 27 di questo mese. “La memoria è una costruzione culturale, graduale, paziente e faticosa”, è il commento di Luca Alessandrini dell’Istituto Parri. “La mostra dei ragazzi è bella perché anch’essa lo è”.  La mostra rimarrà visitabile in viale Aldo Moro 50 fino al 28 febbraio.


    Monday, January 22, 2018
    www.bologna2000.com

  • Due misure di custodia cautelare in carcere eseguite dalla Polizia di Stato di Modena
  • Nella tarda mattinata di sabato scorso, 20 gennaio, personale della Squadra Mobile ha tratto in arresto un cittadino italiano, destinatario di una misura restrittiva emessa dalla Autorità Giudiziaria di Modena il 15 gennaio 2018. Il malvivente di anni 45 annovera precedenti per delitti contro il patrimonio, in particolare per rapina, ricettazione, furto aggravato e numerose violazioni amministrative per guida in stato di alterazione psicofisica.

    Era stato sottoposto alla misura alternativa dell’affidamento al servizio sociale, misura che però si è rivelata insufficiente ed inadeguata in quanto ripetutamente inottemperante, per cui il Magistrato di Sorveglianza ha emesso l’Ordine di sospensione della misura alternativa e il ripristino della detenzione. L’uomo è stato rintracciato presso una struttura cittadina di prima accoglienza per soggetti con dipendenze psicologiche e successivamente associato alla Casa Circondariale Sant’Anna.

    Un altro italiano, classe ’69, è stato tratto in arresto da personale della Squadra Mobile in esecuzione di un decreto di sospensione cautelativa della detenzione domiciliare, emesso il 16 gennaio scorso.

     


    Monday, January 22, 2018
    www.bologna2000.com

  • Modena: vieta la sosta ma il passo carrabile è scaduto da 18 anni
  • Segnali di passo carrabili clonati e utilizzati su diversi cancelli oppure posizionati tra due garage in modo da indurre l’automobilista a non capire dove sia consentito parcheggiare o addirittura scaduti da oltre 15 anni e riutilizzati. Sono 571 i controlli mirati e a campione sui segnali di passo carrabile, effettuati dalla Polizia municipale di Modena nel 2017. Gli interventi del Nucleo Antievasione Tributi hanno riguardato richieste di apertura, verifica cessazioni e controlli a campione.

    In 61 casi, pari all’11 per cento dei casi, i segnali sono risultati irregolari o le autorizzazioni erano da tempo scadute, cioè i titolari avevano effettuato richiesta di cessazione all’Ufficio Tributi senza poi togliere il segnale. Lo scorso dicembre gli agenti hanno addirittura individuato, sul cancello di una ditta, un segnale di passo carrabile cessato dal titolare diciotto anni prima, nel 1999.
    Nell’anno sono state elevate sanzioni in violazione al Codice della strada per un importo complessivo di poco più di 25 mila e alla segnalazione all’ufficio comunale preposto, ha fatto seguito il recupero dei canoni evasi per gli anni di riferimento quantificabili in quasi 10 mila euro.

    Ordinanze di revoca sono invece scattate per 15 passi carrabili che, pur autorizzati, non rispondevano più alle caratteristiche previste dal nuovo Codice della Strada.
    La domanda per ottenere il cartello di passo carrabile, che individua l’area antistante l’accesso carrabile e vieta la sosta ai veicoli, va inoltrata al Servizio Tributi di via Santi 40. Il canone è annuale, commisurato alla larghezza dell’accesso e alla zona di pertinenza (centro storico, città, forese); in caso di variazione del proprietario, si può chiedere la voltura dell’intestazione del cartello.

    Nell’anno trascorso, sono stati, inoltre, 264 i controlli sugli impianti pubblicitari effettuati dalla Municipale. In 93 casi, il 35 per cento del totale, sono state riscontrare violazioni sia al Codice della strada che al Regolamento comunale ed elevate sanzioni complessivamente per 42.543 euro. In 21 casi è seguita anche la segnalazione al concessionario ICA per la pubblicità del Comune per il recupero della dovuta tassa pubblicitaria.


    Monday, January 22, 2018
    www.bologna2000.com

  • Cambio appalto biglietterie Seta, Filcams/Cgil Modena: si riducono le ore di apertura e si perdono posti di lavoro
  • “Dal prossimo 5 febbraio, le biglietterie di Seta Spa saranno soggette ad un cambio di appalto, che coinvolge i territori di Modena, Reggio Emilia e Piacenza, e vede il subentro di Holacheck Srl, società che in dicembre si è aggiudicata il bando di gara (unica azienda ad aver partecipato al bando di Seta Spa).  Holacheck Srl è una società al 100% di Hola Srl, realtà in cui Seta Spa è presente nella compagine societaria al 40%.
    Al momento Holacheck Srl svolge il servizio di verifica dei titoli di viaggio sui mezzi di Seta” – spiega in una nota Filcams/Cgil Modena.

    “Il bando di gara prevede una riduzione delle ore di apertura delle biglietterie che si attesta su una media del 25%, frutto dei tagli alle aperture sul territorio modenese.
    Inoltre, nel bando di gara non era prevista l’apertura delle biglietterie di Mirandola e Sassuolo, ma Seta nel corso degli incontri presso l’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Modena si è resa disponibile, almeno per tutto il 2018, a tenere aperte anche le biglietterie di Mirandola e Sassuolo con riduzioni degli orari attorno al 20%.
    Nonostante il mantenimento su tutto il territorio modenese dell’attuale assetto delle biglietterie – afferma Filcams/Cgil Modena -, Holacheck Srl ha proposto l’assunzione soltanto di 12 lavoratori, rispetto agli attuali 17 coinvolti nell’appalto, impegnandosi solo successivamente a valutare la posizione lavorativa delle 4 lavoratrici delle biglietterie di Mirandola e Sassuolo e non prendendo assolutamente in considerazione la posizione lavorativa di un’altra persona che presta servizio sull’appalto. Giova ricordare che alcune lavoratrici coinvolte nell’appalto hanno un’anzianità di servizio ventennale.
    Le nuove assunzioni prevedono la modifica del contratto nazionale di riferimento, riduzioni orarie fino ad un 45% in meno rispetto al precedente contratto di lavoro, perdita delle tutele previste dall’art.18 dello Statuto dei Lavoratori, orari di lavoro per i part-time non ancora definiti ed una organizzazione del lavoro che non tiene conto degli attuali tempi necessari all’apertura ed alla chiusura delle biglietterie.
    Oltre a questo resta indefinita la posizione delle biglietterie di Mirandola e Sassuolo in quanto – aggiunge il sindacato – Hilacheck Srl non ha voluto discutere della questione durante gli incontri presso la ITL di Modena.
    Per come si sta svolgendo la trattativa, il sindacato Filcams-Cgil di Modena contesta il mancato rispetto della clausola sociale presente nel bando di gara, condizione che impone la garanzia dei livelli occupazionali, così come il mancato rispetto dell’accordo sul Trasporto Pubblico Locale sottoscritto in Regione anche da Seta Spa nel mese di dicembre.
    A tal proposito è stata inviata la scorsa settimana una lettera dalla Cgil Regionale a Seta e all’Assessore  ai Trasporti della Regione Emilia-Romagna.
    La lettera ribadisce la presenza di un bando di gara nel quale il sindacato chiede il rispetto da parte di Holacheck Srl della clausola sociale in tema di salvaguardia dei livelli occupazionali e della normativa vigente rispetto ai cambi di appalto del settore” – aggiunge il sindacato.
    La Filcams-Cgil di Modena chiede un immediato interessamento da parte di Seta e delle Istituzioni locali al fine di risolvere una vertenza che al momento non può far altro che portare all’ennesimo scontro legato alla perdita di posti di lavoro conseguente ad un taglio del servizio di biglietterie sul nostro territorio.


    Monday, January 22, 2018
    www.bologna2000.com

  • La Direzione aziendale dell’Azienda Ospedaliera Universitaria in merito alla assoluzione della prof.sa Modena
  • Da pochi giorni si è concluso in Cassazione l’iter processuale penale nei confronti della prof.ssa Maria Grazia Modena con una assoluzione piena, dopo due condanne nei primi gradi di giudizio. Nel sottolineare che sono pienamente comprensibili lo stato d’animo e le aspettative della prof.ssa Modena dopo 5 anni di processi, dato atto che l’ex Direttrice della Struttura di Cardiologia è stata scagionata dalle gravi accuse, la Direzione aziendale del Policlinico si appresta a valutare la posizione della stessa Dirigente in conseguenza della sentenza di assoluzione.

    Naturalmente la valutazione sarà concertata con gli Organi dell’Ateneo, tenendo conto che in questi 5 anni la Cardiologia del Policlinico si è necessariamente ristrutturata e riorganizzata.

    Peraltro, si conferma che il Servizio di Cardiologia ha sempre continuato a seguire con attenzione e professionalità tutti i pazienti, confermando negli ultimi anni, in particolare sotto la Direzione del prof. Giuseppe Boriani, di costituire una “eccellenza” per la sanità modenese e non solo. Nei prossimi giorni la Direzione aziendale incontrerà la prof.ssa Modena.


    Monday, January 22, 2018
    www.bologna2000.com

  • 2018 – 2021. La Direttissima Bologna – Prato entra in Europa. Giovedì assemblea pubblica a Rioveggio
  • Tra l’estate del 2018 e il 2021 la linea ferroviaria Bologna-Prato (“Direttissima”) sarà interessata da lavori per l’adeguamento agli standard europei del traffico merci. Quali saranno i benefici per il trasporto passeggeri? Quali modifiche subirà il servizio ferroviario durante l’attività dei cantieri?

    Se ne discuterà in un’assemblea pubblica a Rioveggio (Monzuno) giovedì 25 gennaio alle ore 20,30 presso la sala “Corbo” in via del Campi sportivi 3.

    Parteciperanno Raffaele Donini, Assessore ai trasporti della Regione Emilia-Romagna, Marco Monesi, Consigliere delegato ai trasporti Città metropolitana di Bologna, Giuseppe Marta, Direttore Commerciale Emilia-Romagna e Toscana Rete Ferroviaria Italiana

    Luca Cavacchioli, Direttore Produzione Emilia-Romagna Rete Ferroviaria Italiana.

    Presenti anche i sindaci dei territori bolognesi direttamente coinvolti: Maurizio Fabbri, Sindaco di Castiglione dei Pepoli, Romano Franchi, Presidente dell’Unione dei comuni Appennino Bolognese, Graziella Leoni, Sindaco di Grizzana Morandi, Marco Mastacchi, Sindaco di Monzuno, Alessandro Santoni, Sindaco di San Benedetto Val di Sambro.

     

     


    Monday, January 22, 2018
    www.bologna2000.com

  • Incendio in un ex capannone della De Tomaso a Modena
  • Dalle 15.30 i Vigili del fuoco sono impegnati con due squadre nell’incendio di uno degli ex capannoni della De Tomaso, da tempo abbandonato, in via Tacito a Modena.

     


    Monday, January 22, 2018
    www.bologna2000.com

  • 27 gennaio “Giorno della Memoria”. Gli appuntamenti nei Comuni metropolitani per non dimenticare la Shoah
  • Il 27 gennaio 1945 è la data dell’abbattimento dei cancelli del campo di concentramento di Auschwitz. Per ricordare una delle più grandi tragedie dell’umanità, in questa data è stato istituito il “Giorno della Memoria” (L. n.211 del 20 luglio 2000) e i Comuni del territorio metropolitano organizzano numerose iniziative: presentazioni di libri, proiezioni di film, spettacoli teatrali, mostre, incontri con le scuole.
    Il programma completo delle iniziative nei Comuni del territorio è consultabile sul portale della Città metropolitana.

     

    Fra i tanti eventi in programma ricordiamo: a Bologna la Mostra “Alla ricerca del Bologna perduto. Arpad Weisz dal successo alla tragedia” e la testimonianza di Liliana Segre che incontrerà 900 studenti della scuola secondaria di primo e secondo grado. A Calderara di Reno lo spettacolo-concerto “Storie di Zhoran”, a Camugnano si terrà la manifestazione “Per la memoria del nostro territorio” organizzata dall’Istituto Comprensivo Castiglione-Camugnano-San Benedetto Val di Sambro, mentre Casalecchio di Reno propone la lettura scenica dal romanzo di G. Bassani “Gli occhiali d’oro”. A Castel del Rio sono in programma letture a tema, mentre a Castel Maggiore il ricordo è affidato a “Due soldi di cioccolata. Reading teatrale di Rossella Dassu” e a Castel San Pietro Terme gli allievi dell’I.S.S. Scappi propongono la lettura interpretativa “Camelia”. A Granarolo dell’Emilia va in scena lo spettacolo teatrale “Mi Ricordo di un Ragazzo” per le classi terze della scuola media. Imola propone una conferenza su “I neofascismi e la “Galassia Nera” italiana”, a Marzabotto è prevista la lettura-spettacolo “La Tregua” a cura di Amalia Cosi, Roberta Graziani e Donatella Vanghi, liberamente tratta dal libro di Primo Levi, a Medicina invece è possibile visitare la mostra documentaria “Frammenti di memoria della deportazione”. Ancora teatro a Molinella con lo spettacolo di Simone Cristicchi “Li Romani in Russia”, a Monte San Pietro la mostra “Punti di luce. Essere una donna nella Shoah”, mentre a Ozzano Emilia l’ANED ha organizzato una mostra sui campi di sterminio nazisti. A Pianoro proiezione del film “Race – Il colore della vittoria” storia di Jesse Owens, Pieve di Cento organizza un incontro dedicato ad Arpad Weisz, a Sala Bolognese è in programma lo spettacolo “Il magnifico impostore Giorgio Perlasca” e a San Lazzaro di Savena va in scena lo spettacolo “Cadono lacrime dalle nuvole”, che fa parte del progetto IntegrAzione: sul palcoscenico ragazzi normodotati si integrano ai ragazzi con la sindrome di Down. San Giovanni in Persiceto propone l’incontro “Pezzi di memoria. Un mosaico da ricostruire” sul sostegno che i cittadini persicetani diedero il 25 settembre 1943 a un gruppo di deportati che transitava alla Stazione ferroviaria di Persiceto. A Sant’Agata Bolognese il concerto “In viaggio attraverso i porti del mondo”, Sasso Marconi dedica tutte le iniziative alle scuole, a Vergato è prevista la proiezione del film “La signora dello zoo di Varsavia”, infine Zola Predosa propone lo spettacolo “Memorie Ritrovate”.

     


    Monday, January 22, 2018
    www.bologna2000.com

Powered by Web RSS